Feste religiose

01 statua San MarcoSAN MARCO EVANGELISTA, 25 aprile

Il culto di san Marco a Ruffano è molto antico: si conserva nella cripta bizantina sottostante la chiesa del Carmine, un affresco del santo databile al XIII secolo. San Marco è invocato come protettore dell’udito. Il 25 aprile, giorno che ricorre la solennità dell’Evangelista, si distribuisce ai devoti un batuffolo di cotone imbevuto di olio benedetto, il quale per devozione, applicato nel paglione auricolare, fa risollevare dal dolore.

I numerosi ex voto in oro e argento esposti, testimoniano le grazie ricevute. Nella piccola cappella, meta di numerosi pellegrinaggi, sono poste la reliquia e la statua in cartapesta di San Marco.

La mattina di questo giorno, si tiene la tradizionale Fiera di San Marco, la più antica fiera (XV sec.) primaverile dei dintorni, con la quale si introducevano i frutti di stagione e si potevano acquistare gli strumenti da lavoro e i prodotti d’artigianato locale come le terracotte.

A pranzo i ruffanesi gustano la “scapece” – pietanza introdotta dai commercianti gallipolini – cioè del pesce (pupiddhri) marinato nell’aceto e nella mollica di pane con l’aggiunta di zafferano che ne dà il caratteristico colore giallastro.

 

 


 

 

02 statua Madonna del Buon Consiglio

 

 

 

MADONNA DEL BUON CONSIGLIO, 26 aprile

La congregazione ruffanese, con la sua istituzione (Regio Decreto di Ferdinando IV dei Borbone del 1831), ha introdotto nell’Ottocento il culto nella cittadina.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

MADONNA DELLA SERRA, Ottava di Pasqua

L’Ottava di Pasqua la chiesa sull’altura della Serra si apre per festeggiare la Madonna della Serra o Vergine del Latte. Grande è la devozione delle donne verso questa Madonna: fino a pochi decenni fa esse percorrevano il sagrato e la navata della chiesa in ginocchio, fino ad arrivare al settecentesco dipinto murale della Madonna che allatta il Bambino, dipinto su un pilastro all’interno della chiesa, per chiedere la grazia dell’abbondanza di latte per il nutrimento dei loro figli.

 

 


 

03 statua argento Sant'Antonio di PadovaSANT’ANTONIO DI PADOVA, 13 giugno

Come ci è testimoniato dalla Visita Pastorale del 1711 di Mons. Tommaso De Rossi, Sant’Antonio di Padova fu eletto Santo Patrono di Ruffano verso il 1680, nel periodo in cui vissero il principe Ferrante Brancaccio, l’Arciprete Antonio de Alessandro e il Vescovo di Ugento Antonio Carafa.

Ruffano conserva un’ampia iconografia su

La dedizione dei ruffanesi verso il santo portoghese è testimoniata dagli altari, dai dipinti e nelle statue presenti nelle diverse chiese del paese. Anche nella devozione privata è molto sentito: le famiglie conservano numerose edicole votive, statue in cartapesta, stampe artistiche, medagliette e santini.

Tra le opere d’arte, conservate nella maggiore chiesa di Ruffano, è degna di nota una statua in lamina d’argento di Sant’Antonio che si porta in processione: il simulacro, modellato nel 1791 dall’argentiere napoletano Sebastiano Ajello (1731-1806 ca.), fu donato alla chiesa matrice di Ruffano per grazia ricevuta.

La dimensione della festa è segnata dalla cosiddetta “tredicina”, dal 1 al 13 giugno, con le giornate di ostensione della sacra immagine del santo portoghese e con le partecipate messe.

 

 


 

04 statua Madonna del Carmine

 

 

MADONNA DEL CARMINE, 16 luglio

Traslata verso il 1600 dall’antica parrocchiale di rito greco di San Foca, la Confraternita del Carmine trova sede nell’antica chiesa di San Marco. Nel 1713, probabilmente grazie all’impulso dei confratelli, si riedifica la nuova chiesa dedicata alla Madonna del Carmine. La devozione verso la Beata Vergine del Monte Carmelo è fortemente sentita dalla cittadinanza ruffanese.

 

 

 

 

 


 

 

 

 

MADONNA DELLA NEVE, 5 agosto

La cappella della Madonna della Neve di Ruffano sorge nella contrada “Zoccalio” ed è menzionata nei documenti storici come chiesa bizantina di proprietà della chiesa matrice di Ruffano. Negli anni ha subito diversi sostanziali rifacimenti come nella facciata, nella copertura e nell’altare maggiore. Fino a un sessantennio fa, in occasione della festa del 5 agosto, si teneva una fiera e si portavano a benedire gli animali soprattutto quelli da lavoro. Da qualche anno in questa data l’Associazione ViviRuffano organizza il raduno di “Traini e Sciarrette”.

 

 


 

NATIVITÀ DI BEATA MARIA VERGINE, 8 settembre

La Parrocchia Natività di Beata Maria Vergine di Ruffano l’8 settembre festeggia la sua titolare sulla Città della Domenica, presso la Masseria Mariglia.

 

 

 


 

05 statua San Francesco d'Assisi

 

 

SAN FRANCESCO E SANTA CHIARA D’ASSISI, 4 ottobre

San Francesco d’Assisi è il titolare dell’omonima parrocchia. Dal 2009 la festa vede anche l’accostamento con Santa Chiara d’Assisi, a cui è dedicata la nuova chiesa parrocchiale. La prima domenica di ottobre si tiene la Fiera di san Francesco.

 

Testi e foto: Stefano Tanisi (2015)